Assicurare un approvvigionamento responsabile e rispettoso dei diritti umani e dell’ambiente

La Commissione Europea ha pubblicato il 24 febbraio 2020 i risultati di uno studio sugli obblighi di dovuta diligenza (due diligence) delle imprese sia nelle proprie operazioni che nelle catene di approvvigionamento. Avviato nel dicembre 2018 nell’ambito del Piano d’azione sul finanziamento della crescita sostenibile, con lo scopo di sondare i possibili sviluppi normativi in materia, lo studio rileva che solo un’impresa su tre nell’Unione Europea sta svolgendo la dovuta diligenza sui diritti umani e sull’impatto ambientale in tutta la catena di approvvigionamento e mostra che per centrare l'obiettivo c'è necessità di una normativa a livello UE per l’integrazione della sostenibilità nelle norme di governo societario.

 

Per maggiori informazioni sullo studio Due Diligence study: Christian Wigand - Tel.: +32 229 62253; Guillaume Mercier - Tel.: +32 229 80564; Katarzyna Kolanko - Tel.:+32 229 6 34 44)

 

 


Questa pagina ti è stata utile?

NO