Coronavirus, OCSE: i Paesi uniti e solidali nelle azioni per superare la crisi mondiale favoriscano la condotta responsabile delle imprese

La crisi del COVID-19 ha avuto un impatto sull'economia, sulle persone e sul pianeta.
Il Segretario Generale dell'OCSE Angel Gurria nella sua dichiarazione al Vertice straordinario virtuale del G20, che si è svolto il 26 marzo 2020, oltre a rimarcare la necessità di aumentare massicciamente la produzione di infrastrutture mediche, attrezzature e forniture, e di garantire che i vaccini e i trattamenti siano disponibili a prezzi accessibili ampiamente e rapidamente, ha anche invocato una decisa azione collettiva su cinque fronti:
1. Persone e lavoratori;
2. Imprese, in particolare le PMI;
3. Macroeconomia: mobilitazione delle tre leve politiche (monetaria, fiscale e strutturale);
4. Commercio: rimuovere le restrizioni commerciali esistenti, anche per le importazioni di forniture mediche tanto necessarie;
5. Paesi in via di sviluppo e a basso reddito. L'OCSE si unisce all'appello del Fondo Mondiale Internazionale e della Banca Mondiale nonché a quello  del Primo Ministro Trudeau, nella sua richiesta di sostenere gli Stati in Via di Sviluppo delle Piccole Isole.

L'OCSE ha pubblicato le sue stime sul  lockdown, mostrando che interesserà direttamente settori che rappresentano fino ad un terzo del PIL nelle principali economie.
Secondo l'OCSE, in questo scenario, una risposta alla crisi da parte dei governi e delle imprese che favorisca la condotta responsabile genererà benefici a breve e lungo termine come una maggiore resilienza, una distribuzione più equa e inclusiva dei benefici derivanti dalle misure di recupero e un maggiore contributo allo sviluppo sostenibile.
Nel documento dell'OCSE "COVID-19 e Responsible Business Conduct" è riconosciuto che "molte aziende stanno lanciando piani di emergenza per superare la tempesta economica. Alcune garantiscono la retribuzione dei lavoratori e sostengono i loro fornitori, ad esempio fornendo assistenza finanziaria o flessibilità contrattuale, o contribuiscono direttamente a contenere la pandemia convertendo la produzione verso prodotti sanitari essenziali. Altre aziende, invece, stanno adottando misure che provocano licenziamenti massicci, cancellazione a breve degli ordini a fornitori, violazioni dei diritti umani e danni ambientali, nonché aumento delle pratiche anticoncorrenziali, corruzione e altri comportamenti illegali".
"Per le aziende, un approccio responsabile, che includa l'applicazione della due diligence basata sul rischio in tutte le catene di fornitura, aiuta a garantire che le strategie di risposta alla crisi identifichino e affrontino i potenziali impatti negativi sulle persone, sul pianeta e sulla società in generale.

Queste strategie possono spesso essere messe in atto con poche risorse e portare benefici economici diretti per le aziende, tra cui l’aumento, anche a lungo termine, delle quotazioni azionarie, nonché una loro minor volatilità, un più agevole accesso ai fondi di emergenza e al capitale, la mitigazione dei rischi legali e la protezione del valore e della reputazione del marchio.

Una condotta d’impresa responsabile potrebbe includere le seguenti misure:
• Il dialogo sociale e il coinvolgimento degli stakeholder, per garantire il sostegno dei lavoratori alle misure adottate dall'azienda e per mantenere impegnati i lavoratori e le comunità colpite in vista del riavvio o della riprogettazione delle operazioni;
• Gestione dell'ambiente, della salute e della sicurezza, affrontando le minacce a breve termine, evitando gli incidenti e proteggendo i lavoratori e i consumatori.
• Gestione della catena di fornitura, affrontandone le vulnerabilità e sostenendo la pianificazione della continuità per gestire le interruzioni.
• Approcci di corporate governance per garantire leadership e  responsabilità per la pianificazione nei casi di disastri, continuità ed emergenze;  una migliore rendicontazione delle misure adottate per affrontare i rischi finanziari, ambientali, sociali e di governance dovute alla crisi COVID-19."

Vedi l'OCSE  su Covid-19:  https://www.oecd.org/coronavirus/en/

Sulla condotta responsabile d’impresa: https://mneguidelines.oecd.org/

"COVID-19 e Responsible Business Conduct": https://mneguidelines.oecd.org/COVID-19-and-Responsible-Business-Conduct.pdf

Documenti OCSE in italiano:
http://www.oecd.org/italy/covid-19-sei-azioni-che-possiamo-realizzare-subito-per-contribuire-ad-evitare-la-peggiore-crisi-dello-sviluppo-diquesto-secolo.htm

https://read.oecd-ilibrary.org/view/?ref-121_121513-rf1oji5kh1&title-Coronavirus_(COVID-19):Azioni_congiunte_per_vincere_la_guerra

 


Questa pagina ti è stata utile?

NO